politiche giovanili e professionisti junior

a cura del Consigliere Simona Servodidio

simona.servodidio@architettinapoletani.it

L’attuale crisi economica, originata negli Stati Uniti, ha avuto luogo dai primi mesi del 2008 in tutto il mondo; nonostante da molte parti si continui a sostenere che non si tratti di una vera “crisi” nel senso più strettamente tecnico del termine, il panorama in cui oggi si affronta il mondo del lavoro è caratterizzato da una scarsa spinta economica, dallo stallo dei circuiti professionali, dall’inadeguatezza delle leggi in materia e soprattutto da un forte senso di precarietà e mancanza di prospettive di sviluppo, in Italia così come all’estero.

Questo scenario di recessione che interessa anche, e pesantemente, la professione di architetto richiede un impegno serio da parte di tutti ed in particolare dei giovani che sono i più esposti alla congiuntura negativa.

 

L’Ordine degli Architetti P.P.C. di Napoli e Provincia, per favorire un processo di aggregazione dei giovani iscritti e raccoglierne il contributo, ha promosso la costituzione del Dipartimento “Politiche giovanili” a cui ha affidato il compito di costruire occasioni di riflessione sulle problematiche specifiche: una rete di giovani professionisti che fornisca contributi culturali e scientifici di supporto alle politiche del Consiglio dell’Ordine, e che sia essa stessa promotrice di attività e momenti di confronto per valorizzare l’immagine e la professionalità dell’architetto nel rapporto con le istituzioni, la committenza e l’opinione pubblica.

 

Attività e azioni del Dipartimento

Le azioni del Dipartimento sono intraprese dai giovani iscritti all’Albo degli A.P.P.C. di Napoli e Provincia che intendano dare un contributo al programma individuato dal Consigliere referente o proporre nuovi indirizzi che siano di conclamato interesse per la Comunità degli Architetti ed in ogni caso in accordo con le politiche del Consiglio dell’Ordine.

Fanno parte di queste attività in generale, tutti i Concorsi, Corsi, Mostre, Esposizioni, Incontri, Viaggi, Visite, organizzate da e/o per i nostri iscritti.

 

Consulte Giovani Architetti

Le Consulte sono gruppi di lavoro organizzati che si prefiggono lo svolgimento di una determinata attività. Quest’ultima può essere indicata dal Consigliere delegato nell’ambito del programma pluriennale del Dipartimento o proposta dagli stessi iscritti, previa validazione da parte del Consiglio dell’Ordine che verificherà l’esistenza di contenuti ed obbiettivi che siano trasparenti e di chiaro interesse per la collettività.

Sono state individuate, nell’ambito di un programma generale, tre macro aree definite “Consulte”:

 

– Consulta “Formazione giovane”

Corsi post-universitari e di specializzazione professionale: individuazione di ambiti di interesse che rendano l’obbligo di formazione continua permanente (DPR 7 Agosto 2012 n° 137) un’occasione di arricchimento e non solo un ulteriore obbligo. Da queste proposte sono chiaramente esclusi i corsi abilitanti, già organizzati dall’Ordine.

 

– Consulta “Architetti per lo Start-up”

I giovani e il mondo del lavoro: energie troppo spesso sprecate, investimenti che non hanno un futuro. Come fare ad uscire dalla crisi? Re-inventarsi e re-inventare una professione è possibile? Questa Consulta nasce con l’obiettivo di unire persone che si pongono le stesse domande e persone che a queste domande hanno dato una risposta: incontri, conferenze, seminari, workshop alla ricerca di una via di uscita grazie all’esempio di casi positivi che hanno trovato una soluzione dietro l’angolo o lontano da Napoli ma che comunque possano aiutare chi è disposto a sacrificare qualche certezza pur di lavorare. Lo start-up per questa Consulta potrebbe essere proprio quello di invitare esponenti di Comunità di Architetti all’Estero o Aziende internazionali che diano qualche spunto concreto su cui cominciare a riflettere.

– Consulta “Architetti ma non solo”

Riprendendo il lavoro iniziato nei primi mesi del 2013, durante la partecipazione al Tavolo “Giovani EleMenti” organizzato dall’Unione Industriali di Napoli, si intende proseguire con dei progetti specifici per la città di Napoli che vedano la partecipazione attiva delle Amministrazioni, delle Associazioni di Categoria e degli altri Ordini Professionali, con l’obiettivo comune di organizzare attività volte alla valorizzazione del turismo nel territorio napoletano.

Le Consulte lavoreranno in modo autonomo, e si incontreranno nei locali dell’Ordine secondo il Calendario e le disponibilità della sede. Ogni Consulta avrà due referenti che ne coordineranno il lavoro e si interfacceranno con il Consigliere delegato; ogni attività dovrà essere preventivamente approvata dal Consiglio così come eventuali impegni di spesa, ove previsti.

Saranno previsti inoltre incontri aperti a tutti gli iscritti e alle Amministrazioni, nei quali le Consulte si confronteranno tra loro ed esporranno il lavoro svolto e i risultati ottenuti.