Primo piano

Avviso importante ai colleghi

Gentili Colleghi,

l’attuale Consiglio, sin dal suo insediamento, avendo ereditato una situazione economica già gravosa, dovuta alle morosità per quote associative pregresse non incassate e già oggetto di procedure di accertamento disciplinare, si è sforzato di andare incontro ai problemi relativi all’assolvimento dell’obbligo del pagamento della quota di iscrizione all’Albo come stabilito dal R.D. 2537/1925.

Purtroppo nel corso degli ultimi anni e particolarmente durante questo 2020 per moltissimi Colleghi le quote non pagate hanno determinato una situazione debitoria notevole nei confronti dell’Ordine.

Una prima iniziativa ha riguardato una procedura di rateazione, soprattutto rivolta a colleghi con un debito significativo, che però non ha sortito l’effetto sperato. Vi sono state poche adesioni rispetto al numero di morosi facendo inoltre sostenere all’Ente ulteriori spese per l’invio di PEC e Raccomandate al fine di avvertire tutti.

Premesso tutto questo, nostro malgrado, e con grande dispiacere dato il particolare momento storico, siamo costretti a comunicare che dall’inizio del 2021 questo Consiglio darà seguito alle procedure di sospensione dall’iscrizione all’Albo, e quindi dall’esercizio della professione, nei confronti dei Colleghi che non hanno sanato le morosità accumulate, pure a fronte di numerosi tentativi esperiti. A seguito della sospensione poi si procederà con gli atti consequenziali per le dovute comunicazioni e per il recupero di quanto dovuto.

Tali provvedimenti sono diventati inevitabili e dovuti secondo norma oltre che per la correttezza che dobbiamo avere nei confronti di chi ha sempre regolarmente pagato la quota di iscrizione.